DEHALFV - Lo specialista dell'energia verde

Come procedere per costruire un microimpianto di potenza inferiore a 20 kW

energia elettrica dall'acqua > impianti micro hydro

Le azioni da intraprendere per realizzare un micro-impianto idroelettrico sono differenti per gli impianti di potenza inferiore a 20 kW, rispetto alle centrali elettriche dì taglia superiore.

Alla taglia è legata anche la funzione e la modalità dì esercizio dell'impianto: applicazioni sotto i 20 kW sono per utenze stand-alone, cioè senza connessione alla rete; quelle di taglie maggiori invece sono considerate Officine Elettriche, soggette ad imposizione fiscale: e generalmente connesse in rete (grid connected), con la possibilità di vendere le eccedenze di energia rispetto all'autoconsumo.

In questa pubblicazione daremo alcuni cenni soltanto sulla procedura tipo da seguire per la costruzione di un impianto di potenza inferiore a 20 kW, considerando che le centrali di potenza superiore interessino soggetti con motivazioni industriali e che pertanto si affideranno a società specializzate. Pur considerando che chi desidera installare un impianto di potenza inferiore a 20 kW è ispirato da motivazioni di tipo ambientale o di risparmio energetico, più che da interessi commerciali, si suggerisce di verificare la fattibilità del progetto se uendo le seguenti fasi:

  • Scelta del sito (disponibilità dei terreni, verifica delle proprietà, dei vincoli, ecc:);
  • valutazione delle grandezze utili (portata e salto disponibili, calcolo della potenza dell'impianto);
  • Analisi delle autorizzazioni richieste: chiedendo informazioni ai costruttori o ai professionisti del luogo che conoscono le realtà locali;
  • Studio di fattibilità dell'impianto e verifica dei costi, per accertare che l'impianto abbia un rapporto costi/ricavi adeguato alle aspettative;
  • Scelta del progettista e del costruttore;
  • Gestione e manutenzione dell'impianto.
  • Consolidata l'intenzione di realizzare un micro-impianto idroelettrico è opportuno prendere un contatto preliminare con i produttori di macchine (possibilmente più di uno). Attraverso la loro esperienza, e mediante il confronto diretto tra le possibili soluzioni relative allo specifico sito, ci si potrà orientare verso le scelte tecniche più opportune.

    Spesso i costruttori di turbine sono anche in grado di fornire una consulenza alla progettazione delle opere idrauliche e civili: così da consegnare un progetto "chiavi in mano".

    In base alle caratteristiche stimate di salto e portata si può individuare la tipologia di turbina e la taglia più adatte, tenendo conto che la turbina stessa deve essere dimensionata facendo un compromesso tra la portata media dell'anno e la portata di picco dei periodi con maggiore disponibilità d'acqua.

    Data la modesta complessità costruttiva di un micro-impianto, la manutenzione e la gestione sono molto semplificate rispetto agli impianti dì taglia maggiore. Non è richiesta la presenza di un custode fisso, ma soltanto un operatore che saltuariamente verifichi la corretta funzionalità delle opere idrauliche (di presa e di filtraggio) e di quelle elettromeccaniche (turbina-alternatore). La gestione avviene normalmente in remoto, attraverso sistemi di comando e telecontrollo che consentono di ricevere dati e fornire comandi all'impianto.

    Concessione elettrica

    Nella stragrande maggioranza del casi le acque sono pubbliche: qualora si intenda procedere alla realizzazione di un impianto idroelettrico, anche di piccola taglia, occorre preventivamente fare richiesta di concessione all'uso delle acque e pagare i relativi canoni

    Energia dall'acqua

    Dall'acqua all'energia elettrica
    L'idroelettrico in Italia
    Il micro-Hydro
    Impianti Micro-Hydro

    Elettrificazione e rinnovabili al 2050, uno sforzo epocale

    11/4/2019 | News Rinnovabili

    Tagliare le emissioni di CO2 del 70% a metà secolo è possibile, ma richiede uno sforzo considerevole per rivoluzionare l'attuale mix energetico.

    La povertà energetica colpisce una persona su quattro in Europa

    08/4/2019 | News Rinnovabili

    In Europa 80 milioni di persone vivono in case inadeguate e insalubri. 60 ONG europee chiedono ai leader dell’UE a “porre fine alla povertà energetica adesso”

    “L’Europa acceleri sull’energy storage”, l’avvertimento della Corte dei conti Ue

    04/4/2019 | News Rinnovabili

    La Corte segnala che i progressi fatti finora per aumentare la capacità produttiva di batterie al litio sono insufficienti.

    Energia e clima, sulla decarbonizzazione l’Italia sta rallentando

    01/4/2019 | News Rinnovabili

    Crescono i consumi, trainati dai trasporti, e cala la produzione da eolico e fotovoltaico. L'analisi ENEA sui dati del 2018.

    Batterie al litio, riciclare quasi tutto è possibile

    28/3/2019 | News Rinnovabili

    Due aziende finlandesi, Fortum e Crisolteq, hanno sviluppato un procedimento industriale che permette di recuperare l’80% dei materiali degli accumulatori, compresi i metalli più preziosi come nickel e cobalto.

    Fotovoltaico tandem silicio-perovskite, si avvicina la produzione industriale

    25/3/2019 | News Rinnovabili

    Accordo strategico tra Meyer Burger e Oxford PV: prima linea pilota da 200 MW entro la fine del 2020 puntando al 27% di efficienza.

    Trova lo specialista più vicino a te

    Regione  
    Provincia  

    Calendario Eventi

    LMMGVSD
    1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031
    <<  Marzo  2020  >>