DEHALFV - Lo specialista dell'energia verde

Coworking: anche l’ufficio diventa sostenibile, non solo per la condivisione degli spazi

dehalfv magazine > News Rinnovabili

Arriva il calcestruzzo
che, come il corpo umano, si ripara da solo. L’idea è di un team inglese: un calcestruzzo che grazie a batteri, micro-capsule riempite con collanti e plastica sappia aggiustare in automatico le crepe nelle strutture costruite con questo nuovo materiale. Con risparmi di tempo, danaro, e sul fronte dell’impatto ambientale.


Il calcestruzzo è infatti una delle sostanze più utilizzate dall’uomo, ma è anche una delle più pericolose per l’ambiente. Per colpa del cemento che con acqua, sabbia e ghiaia forma il calcestruzzo. L’industria del cemento è oggi la responsabile del 7% della CO2 immessa dall’uomo nell’atmosfera.



Grazie a batteri, micro-capsule riempite con collanti e plastica, le crepe nelle strutture costruite con questo nuovo materiale verrebbero chiuse automaticamente e senza nuove colate. Questo dimezzerebbe i costi di riparazione e manutenzione di ponti, case ed altre costruzioni, riducendo allo stesso tempo l’impatto ambientale.


L’impatto ambientale del cemento è così alto perché per produrlo è necessario riscaldare una miscela di minerali fino a temperature superiori ai 1400 gradi. Questa operazione produce anidride carbonica sia a causa della combustione del carburante necessario, sia per la trasformazione dei minerali utilizzati. Il risultato sono 0.95 tonnellate di CO2 per ogni tonnellata di cemento prodotta.



Il calcestruzzo auto-riparante è un progetto sviluppato dall’Università di Cardiff in collaborazione con gli atenei di Bath e Cambridge.




“In parole povere – spiega Diane Gardner, co-direttore dell’Istituto di Ingegneria Sostenibile dell’Università di Cardiff – quando ad esempio ci si ferisce con un taglio su una mano, il corpo risponde inviando nella zona della ferita degli agenti coagulanti e riparatori della pelle. In casi estremi – continua – per curare il taglio possono essere necessari dei punti di sutura. I meccanismi di riparazione che noi usiamo – sottolinea – sono in armonia con questi principi”.



“Spero – sottolinea Diane Gardner– che nei prossimi 2-3 anni sia possibile sperimentare il calcestruzzo auto-riparante sul campo e che ci sia sufficiente supporto da parte dell’industria delle costruzioni per sviluppare ulteriormente questo nuovo materiale e utilizzarlo nei progetti futuri”.
 

TEL AVIV: ENERGIA RINNOVABILE DALL’UMIDITÀ

15/6/2020 | News Rinnovabili

Le ultime settimane hanno rivelato innumerevoli studi su nuovi fonti di energia rinnovabile in tutto il mondo.

3 GIUGNO: GIORNATA MONDIALE DELLA BICICLETTA

02/6/2020 | News Rinnovabili

In occasione della Giornata Mondiale della Bicicletta, festeggiata ogni 3 Giugno, ecco qui alcuni consigli per la salute del cittadino e del pianeta.

LA SENSIBILITA’ VERSO IL PIANETA AUMENTATA CON LA PANDEMIA

25/5/2020 | News Rinnovabili

Il virus che ho stravolto le nostre vite ci ha fatto comprendere l’importanza del nostro pianeta e del nostro ruolo come consumatori. I progetti per il futuro sono Green.

LE BATTERIE RICICLATE DEGLI AUTOVEICOLI ELETTRICI RINASCONO NEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

25/5/2020 | News Rinnovabili

I progetti di riutilizzo delle vecchie batterie porteranno benefici economici sia ai produttori auto che ai parchi solari su scala utility

LE RINNOVABILI RESISTONO AL COVID-19

25/5/2020 | News Rinnovabili

Nonostante il Covid-19 le energie rinnovabili continuano ad affermarsi

ARRIVANO I SISTEMI FOTOVOLTAICI CON CREDITO D'IMPOSTA

21/5/2020 | News Rinnovabili

Con il 110% di SUPER BONUS finalmente l'efficienza energetica diventa una realtà alla portata di tutti.

Trova lo specialista più vicino a te

Regione  
Provincia  

Calendario Eventi

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
<<  Dicembre  2022  >>