DEHALFV - Lo specialista dell'energia verde

Dieci paesi chiedono all’Europa di azzerare le emissioni di CO2. C’è anche l’Italia

dehalfv magazine > News Rinnovabili

L’Europa deve puntare a obiettivi sempre più ambiziosi e lungimiranti per ridurre le emissioni inquinanti, presentando una proposta “credibile e dettagliata” su come rispettare gli accordi di Parigi 2015.

 

Questa, in sintesi, la richiesta di 10 Stati membri alla Commissione europea, che la prossima settimana lancerà la sua strategia climatica al 2050, con differenti possibili scenari sull’andamento futuro delle concentrazioni di anidride carbonica nell’atmosfera.

 

In una lettera congiunta inviata al commissario per l’energia e il clima, Miguel Arias Cañete, i ministri dell’ambiente di Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Slovenia, Spagna e Svezia, chiedono a Bruxelles di stabilire una chiara direzione verso l’azzeramento delle emissioni di gas-serra nei prossimi decenni.

 

L’Unione europea, quindi, evidenzia la lettera, dovrebbe impegnarsi a raggiungere il prima possibile un equilibrio tra le emissioni antropogeniche di CO2 e la loro rimozione dall’atmosfera.

 

Si tratta, per l’appunto, di ottenere un bilancio netto finale pari a zero in termini di CO2: l’anidride carbonica rilasciata nell’ambiente dalle attività umane (in particolare dall’utilizzo di combustibili fossili) dovrà essere compensata da uno stesso ammontare di anidride carbonica assorbita/rimossa.

 

Bruxelles, quindi, nella sua strategia al 2050, dovrà presentare almeno uno scenario che consenta di azzerare le emissioni nette di CO2 entro la metà di questo secolo e di essere in linea con l’obiettivo di limitare l’aumento medio delle temperature terrestri a 1,5 gradi entro il 2100.

 

E dopo il 2050, sostengono i dieci ministri, si dovrà pensare alle emissioni negative, quindi in sostanza a rimuovere più CO2 rispetto a quella ancora prodotta dall’uomo.

 

D’altronde, la stessa lettera cita l’ultimo rapporto dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change, l’organo delle Nazioni Unite che studia i cambiamenti climatici), dove si dice che per stare sotto i 2 gradi di surriscaldamento globale servirà uno sforzo senza precedenti per decarbonizzare il sistema energetico.

 

Con la necessità non solo di tagliare velocemente e drasticamente le emissioni, ma anche di rimuoverle dall’atmosfera con diverse tecnologie e soluzioni, ad esempio gli impianti CCS (Carbon Capture and Storage).

 

Vedremo come si svilupperà il dibattito a livello Ue su questi temi, ricordando che nella prima metà di dicembre si terrà il prossimo vertice Onu sui cambiamenti climatici, la CoP24 di Katowice, in Polonia. 

Tandem e bifacciale, arriva un nuovo fotovoltaico super-efficiente?

07/3/2019 | News Rinnovabili

Sviluppata una nuova cella FV speciale di silicio e perovskite che cattura la luce da entrambi i lati: raggiunge un’efficienza equivalente del 30,2%

Da ENEA un modello per la smart city del futuro

04/3/2019 | News Rinnovabili

Strumenti e prototipi per abitazioni e ambiente urbano, dal risparmio energetico e idrico alla sicurezza e salute delle persone.

Eolico offshore, parte dopo 10 anni il progetto di Taranto: sarà il primo parco in mare del Mediterraneo

28/2/2019 | News Rinnovabili

Arriva dalla banca d’affari francese Natixis il finanziamento che consentirà la realizzazione del primo parco eolico off-shore in Italia: 30 MW che entreranno in esercizio nel 2020.

Rinnovabili elettriche, cresce del 28% la potenza annuale installata in Italia

25/2/2019 | News Rinnovabili

Nel 2018 allacciati alla rete impianti fotovoltaici, eolici, idroelettrici e da bioenergie per una potenza totale di 1.162 MW, circa 254 MW in più del 2017. Dai dati Gaudì, elaborati dall'Osservatorio FER di Anie Rinnovabili. Oggi in Italia abbiamo 57 GW da fonti rinnovabili.

Europa 2020: nazioni green e isole che aspirano all'autonomia energetica

21/2/2019 | News Rinnovabili

La strategia Europa 2020 è stata elaborata dall’Unione Europea con l’obiettivo di raggiungere una crescita economica, produttiva e sostenibile

10 segnali che dimostrano che la transizione ecologica è cominciata

18/2/2019 | News Rinnovabili

Benché ancora largamente insufficiente, la transizione ecologica è ormai cominciata. Il Wwf elenca i 10 segnali che ce lo confermano.

Trova lo specialista più vicino a te

Regione  
Provincia  

Calendario Eventi

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
<<  Marzo  2019  >>